Cashback di Stato: le ultime novità

cashback-di-stato

tuttostrumentimusicali & Satispay e il Cashback di Stato

Il nostro Paese si sta preparando a una vera e propria rivoluzione e i metodi di pagamento digitali come quello di Satispay sono in prima linea. Che cos’è il cashback per pagamenti digitali: compri in negozio con carte o app, e lo Stato ti rimborsa una parte della spesa. È il sistema riproposto dal Governo nel decreto Agosto, per ridurre l’utilizzo del contante e contrastare l’evasione fiscale.

Satispay sarà uno dei metodi di pagamento digitali inclusi nel Cashback di stato… e loro di Satispay, di Cashback se ne intendono! Il meccanismo sarà attivo per le spese sostenute dal prossimo 1° dicembre 2020. In questo nuovo video, Alberto ci spiega in cosa consiste questa iniziativa e perché Satispay è lo strumento più conveniente per consumatori ed esercenti.

Pagamenti: arriva il cashback di Stato, rimborsi in stile Satispay per ridurre il contante

Nel Dl Agosto il Governo rilancia il meccanismo per agevolare i pagamenti digitali, seguendo le app che hanno usato questo bonus come leva di marketing

Dici cashback e in Italia pensi subito a Satispay. La piattaforma di mobile payment indipendente dai circuiti tradizionali, slegata dalle carte, che sui rimborsi ha fondato – con successo – le proprie strategie di marketing.

Se oggi l’applicazione è usata da 1,2 milioni di utenti e circa 120mila esercenti è anche merito dell’uso sapiente di quella leva. Che ora è nelle mani degli stessi esercenti: «Sono loro a pagare il cashback, a offrire lo sconto in varie modalità, per esempio crescente in base al volume degli acquisti da parte dei clienti. È un modo per avere visibilità e fare promozione, molto più diretto e utile della pubblicità sui social», racconta Alberto Dalmasso, cofondatore e ceo di Satispay.

Meccanismo a punti e rimborsi semestrali

Il cashback di Stato per i pagamenti elettronici rilanciato dal decreto Agosto, invece, non si sa ancora che forma prenderà. Anche se il ministro dell’Economia,Roberto Gualtieri, ha anticipato che sarà una sorta di meccanismo a punti e con due tranche di rimborso semestrali. «Noi cercheremo di lavorare comunque sull’user experience – spiega Dalmasso -. Proveremo a rendere più comprensibili i vantaggi per i consumatori, magari facendo vedere in app i crediti raccolti, con un salvadanaio virtuale. Spero comunque che il meccanismo per il rimborso sia semplice e veloce, senza scambi di codici o altro».

Il successo del digitale

Nei primi sette mesi del 2020 sono passate da Satispay 13,2 milioni di transazioni (+51,7% sul 2019), per un valore complessivo di 254,3 milioni di euro (+47,4%). L’applicazione ha aiutato i piccoli commercianti a gestire i pagamenti a distanza per le consegne durante il lockdown. E si è giovata, anche con i grandi brand, dell’allontanamento dal contante causato dalla pandemia. «Ci aspettiamo una seconda parte dell’anno ancora migliore», dichiara Dalmasso.

Per ulteriori info visita il sito ufficiale, o trova direttamente gli strumenti disponibili da tuttostrumentimusicali Store.